Google+ si è rinnovato, presentandosi con una veste grafica più semplice e orientata a rendere la vita dei suoi utenti, a detta di molti troppo pochi, più naturale.

Dal punto di vista estetico si è lavorato per rendere più intuitiva tutta l’interfaccia, pensando a una completa integrazione con i servizi di Google.

La più grande novità riguarda la barra di navigazione, importantissima per spostarsi tra le varie sezioni del social network, anche se personalmente non sono troppo convinto della scelta delle icone utilizzate; in ogni modo adesso la barra è presente sulla sinistra dello schermo e, cosa molto interessante, è resa dinamica nel funzionamento. Tutte le applicazioni si possono spostare e cambiare nelle posizioni, ottenendo così una personalizzazione per ogni profilo. Selezionandone una specifica si aprirà il contenuto relativo, un po’ come avviene su Chrome con i tab, ma questa volta in verticale.

Una delle novità, anche se a dire il vero era presente sin da subito, ma forse, meno evidenziata, è lo spazio dedicato ai video ritrovi, i cosiddetti hangouts. Questi spazi virtuali offrono agli utenti la possibilità di realizzare video chat sino a 9 persone; tale novità potrebbe portare Google a realizzare un social network manager dedicato all’utilizzo in ambiente aziendale.

Infatti uno staff di persone potrebbe lavorare a distanza incontrandosi su Google+ in una specifica cerchia e utilizzare i servizi offerti; potrebbero comunicare (video e chat), scrivere mail (Gmail), condividere link veloci (Google+), collaborare a documenti (Google Docs) e, se diventerà realtà, condividere file su GDrive.

Facebook, proprio per la sua natura di social network generalista, non può offrire alcuni di questi servizi, anche se probabilmente, la creatura di Zuckerberg ha altri progetti.

Altra novità è quella riguardante la pagina del profilo: la colonna centrale è stata aumentata, cosa che permette di visionare meglio video e foto; è presente anche qui, la possibilità di caricare una fotografia di copertina, oltre a specificare meglio le informazioni personali.

A me piace, voi cosa ne dite? Saranno sufficienti queste novità per spingere gli utenti ad utilizzare Google+?

Se ti è piaciuto questo articolo puoi commentare oppure condividerlo online tramite i social network.
Se invece mi adori e non vuoi perderti nemmeno uno dei miei post puoi iscriverti al Feed RSS.