Una delle caratteristiche che mi è sempre piaciuta dei Mac è il fatto che sono immediatamente operativi una volta tolti dalla scatola e che al loro interno presentano già quasi tutti i programmi di cui un utente ha bisogno; ovviamente se ne possono aggiungere di diversi per personalizzare ulteriormente il nostro sistema, ma quali software scegliere tra i moltissimi disponibili?
Ho fatto una piccola lista degli indispensabili di cui si ha bisogno, sopratutto pensando alla velocità del sistema ed al fatto di evitare inutili doppioni.

Codec

Flip4Mac WMV: questo è un componente per QuickTime  in grado di riprodurre i file Windows Media, si integra totalmente con il player Apple e esegue i file in automatico. Il programma comprende due elementi fondamentali, il codec per i file e il supporto di SilverLight per i diversi browser installati sul nostro Mac.
Perian: plugin per QuickTime X che permette di visionare praticamente tutti i formati video esistenti, sempre in aggiornamento e assolutamente indispensabile. Tra i vari formati supportati ovviamente MPEG, DivX e Flash. L’impiego è semplicissimo e non prevedere nessuna particolare impostazione, basta installarlo, per il resto i file verranno gestiti automaticamente da QuickTime.

Player

VLC: sicuramente è il player video/audio più potente che potete trovare, non solo perchè riesce a macinare tutti formati disponibili, ma anche perché è capace di leggere i formati parzialmente corrotti, supportare MPEG2 e, in abbinamento ad altri software, ascoltare radio, TV e podcast.
Miro: è un software open source che consente di riprodurre qualsiasi formato video, e consente inoltre persino di scaricare file torrents, effettuare il download di video da YouTube e visionare video podcast.

Masterizzazione

Burn: secondo me la miglior soluzione open source per masterizzare CD, DVD, VCD, e SVCD. Burn è semplicissimo come interfaccia ed utilizzo: all’avvio del programma è possibile scegliere se creare un disco Dati contenente file di diverse estensioni, un disco Audio, con distinzione tra CD Audio, MP3 o DVD Audio, un disco Video, come ad esempio un SVCD o DVD-Video e per finire è possibile eseguire la Copia, con possibilità di determinare la sorgente dei dati che può essere un supporto ottico o un’immagine presente nell’hard disk. Ovviamente è possibile anche determinare il filesystem del disco in base al sistema operativo che successivamente dovrà riprodurre il supporto.
LiquidCD: applicazione per Mac OS X molto semplice che permette masterizzazioni veloci in pochi clic. Ovviamente supporta tutti i formati più recenti e diffusi di supporti CD e DVD e permette un’ottima lettura delle immagini disco più popolari come .iso, .dmg, .toast, .cdi e .nrg (Nero Burning Rom). E’ possibile procedere a copie dei dischi o alla creazione di DVD Video a partire da una cartella Video_TS.

Suite ufficio

OpenOffice.org: cosa dire di più, é ormai un must solido e competitivo, rappresenta l’alternativa gratuita in quanto open source della più blasonata suite Microsoft Office:mac 2011.
xPad: è una buona alternativa e integrazione per programmi di scrittura e lettura. Permette di scrivere note veloci ed appunti, richiamandoli velocemente a portata di mouse.

Archiviazione

The Unarchiver: software per Mac OS X che consente di decomprimere file compressi come RAR, 7zip, tar, e bz2. Inizialmente alcuni neo-utenti Mac non riescono a trovare una soluzione soddisfacente per gestire queste tipologie di archivi compressi.
UnRarX: software che esiste solamente per il mondo Apple e che permette di gestire i soli archivi .rar; a parer mio è il migliore per quanto riguarda questo specifico supporto, in quanto è estremamente semplice e veloce. L’unica operazione da compiere sarà quella di trascinare il file da decomprimere all’interno della finestra di UnRarX e automaticamente verrà tutto decompresso. E’ molto comodo anche perché riesce a “restaurare” archivi corrotti che altri software ignorano.

Grafica

Seashore: questo programma è cresciuto tantissimo negli ultimi tempi e offre una buona alternativa gratuita al più noto Photoshop della Adobe. E’ un software molto completo che permette la gestione dei livelli e l’impiego “concettuale” che molti conoscono proprio da Photoshop.

Multimedia

E’ difficile pensare ad un’alternativa ad iTunes quando si parla di software multimediale su Mac, ma magari si può aver necessità di scelte particolari e quindi sapere cosa offre il mercato è sempre comodo.
Max: software che effettua il ripping dei CD Audio e converte i file in tantissimi formati distinti. E’ molto comodo nel caso si abbia la necessità di convertire dei formati audio in altri in quanto permette una eterogenea libreria di formati.
Audacity: il più noto editing audio open source non solo del mondo Mac; Audacity ci fornisce la possibilità modificare ed esportare in diversi formati, praticamente ogni traccia audio. Si possono tagliare, ricampionare e spostare le tracce audio come meglio crediamo. E’ veramente versatile, io l’ho utilizzata per effettuare sessioni di podcast e creazioni di suonerie per iPhone. Ottima.
FairMount: spettacolare software di ripping dei nostri DVD e film preferiti. Con questo software, in abbinamento con uno commerciale DVDRemaster Pro, è possibile decriptare i DVD video dei vari sistemi di protezione. Veloce ed efficace “monta” il DVD sul nostro Mac come se fosse un qualsiasi supporto fisico, riuscendo a visionare il contenuto del DVD.
iTube Grabber: comodissima applicazione che cattura i video di YouTube; l’interfaccia del software comprende un browser web la cui homepage é impostata su YouTube, é sufficiente effettuare una ricerca interna e premere il tasto di registrazione per iniziare ad acquisire il video. Successivamente sarà necessario effettuare la conversione video sempre dalla stesso programma.

Internet

Adium: notissimo programma che permette di avere in un’unica applicazione tutti i principali software di InStant Messaging come MSN, Yahoo, AIM, e GoogleTalk. La comodità di un unico software per gestire più protocolli è una delle caratteristiche di questo software.
Skype: il notissimo software di comunicazione VoIP non poteva mancare sul sistema di casa Apple.
Transmission: questo software permette una soluzione intuitiva e comoda per scaricare tramite il il protocollo BitTorrent. La comodità di Transmission è legata alle molte opzioni per controllare l’utilizzo della banda per i download e upload, di modo da gestire al meglio la propria linea nel caso di un contemporaneo download e navigazione sulla Rete.

Utility

TrashMe: piccola applicazione che aiuta nella procedura di disinstallazione dei software da un Mac. Software gratuito facile e veloce da utilizzare, basta infatti trascinare i programmi da cancellare nella finestra principale dell’ applicazione e provvederà in modo automatico alla rimozione. Inoltre permette di selezionare direttamente dal menu le applicazioni, widget o plugins da eliminare dal sistema, il tutto tramite un interfaccia grafica intuitiva e semplice.
AppFresh: questo software permette di mantenere sempre aggiornato il nostro Mac, infatti effettua una scansione dei programmi installati sul sistema e controlla eventuali aggiornamenti permettendo un diretto upgrade.

Ovviamente ogni suggerimento e consiglio é ben accetto :-)

Se ti è piaciuto questo articolo puoi commentare oppure condividerlo online tramite i social network.
Se invece mi adori e non vuoi perderti nemmeno uno dei miei post puoi iscriverti al Feed RSS.