La procedura di backup dei propri dati importanti è un’abitudine che bisogna imparare a gestire; quando ero utente Windows avevo spesso a che fare con noiose sessioni di backup in quanto il Sistema Operativo della Microsoft cedeva facilmente e sopratutto lo faceva nei momenti peggiori.

Con l’approdo in casa Apple ho scoperto che il backup può essere semplice, veloce e elegantissimo grazie a Time Machine, a riguardo vi segnalo questo interessante articolo di Francesco su Napolux.com.

Ovviamente tutte queste soluzioni hanno un limite: il supporto. Infatti anche il migliore Hard Disk si può rovinare e perdere dati, inoltre, il limite di spazio influisce parecchio su ciò che volete salvare. Altro punto dolente, che con Time Machine in parte si evita, è quello di dover sovrascrivere dati già esistenti sul HD, perdendo così la possibilità di “ritornare” ad una versione precedente.

Esistono soluzioni di storage online che assicurano dalla perdita dei dati, in quanto lontani da problemi legati al supporto; io sono da un bel po’ utente di Box.net, il quale permette un’ottima soluzione via browser molto facile da capire e gestire.

La mia scelta di oggi però cadrebbe su un servizio tutto made in Italy e del tutto rivoluzionario: Memopal.

La logica utilizzata da Memopal è semplice e parte dal concetto che “ognuno di noi ha sul proprio computer dei file simili a quelli di altri utenti”. Allora perché salvare ogni volta le stesse informazioni? Perché non conservare invece una sola volta la parte di file uguale per tutti e salvare poi solo le variazioni? In questo modo non solo si risparmia spazio, ma anche quantità e tempo di connessione ed il sistema diventa più efficiente ed economico.

Si può decidere di provare una versione gratuita del software e che offre 3GB di spazio, Memopal funziona sia nel mondo Windows (XP, Vista e 7), Mac e Linux, oltre che su iPhone e Mobile.

Per farvi capire come funziona il tutto e come sia semplice l’utilizzo di Memopal non c’è niente di meglio che guardare il video prodotto dalla stessa Software House e commentato da Marco Trombetti, co-fondatore di Memopal.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi commentare oppure condividerlo online tramite i social network.
Se invece mi adori e non vuoi perderti nemmeno uno dei miei post puoi iscriverti al Feed RSS.